COURMAYEUR EVENT 2015: KERSCHBAUMER CAMPIONE INDISCUSSO, LISA RAIBENSTEINER DOMINA NELLE DONNE OPEN.
18069
post-template-default,single,single-post,postid-18069,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.0.7,qode-theme-dpsb,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

COURMAYEUR EVENT 2015: KERSCHBAUMER CAMPIONE INDISCUSSO, LISA RAIBENSTEINER DOMINA NELLE DONNE OPEN.

COURMAYEUR EVENT 2015: KERSCHBAUMER CAMPIONE INDISCUSSO, LISA RAIBENSTEINER DOMINA NELLE DONNE OPEN.

COURMAYEUR EVENT 2015: KERSCHBAUMER CAMPIONE INDISCUSSO, LISA   RAIBENSTEINER DOMINA NELLE DONNE OPEN.

podio finale donne junior podio elite

Volge al termine il Courmayeur Event 2015 oggi, 21 giugno, con il campionato italiano di società (categoria esordienti e allievi) e la prova finale degli Internazionali d’Italia Series 2015.

A partire dalle ore nove di questa mattina più di 400 atleti si sono sfidati nel giro di 4 chilometri e mezzo, ideato da Rudi Garbolino e il suo team, composto da due lunghe salite, indurite dalla calda giornata estiva e da passaggi molto tecnici all’interno del bosco.

La difficoltà di questo circuito ha riscosso grande approvazione da parte del pubblico, affascinato dal rock garden e dai salti costruiti appositamente per l’evento.

La tappa finale del Campionato di società ha aperto le danze di questa lunga giornata.

Nella categoria esordienti primo anno Ghersevi Gabriele (PACAN BAGUTTI) ha trionfato con una trentina di secondi di vantaggio sull’atleta omonimo del Superbike Team asd Gabriele Torcianti seguito, sul terzo gradino del podio, da Viscardi Giulio (ASD-ALPIN BIKE EDILBI TEAM).

Esordienti secondo anno: Cherchi Dario (BICI CAMOGLI GOLFO PARADISO) conclude in prima posizione i 3 giri del percorso con il tempo di 44 minuti e 26 secondi, precedendo Andreas Vittone (CICLI LUCCHINI) e Zanoletti Davide (TEAM BIKE ROCKS).

Nelle donne esordienti primo anno, trionfo per la giovane Alessandra Piccolo (PILA BIKE PLANET), davanti alla valdostana del Cicli Lucchini Truc Sylvie eCroci Margaret (PEDALE FIDENTINO), mentre, le esordienti secondo anno hanno visto Letizia Motalli (ALPIN BIKE EDILBI) conquistare il gradino più alto del podio con un netto vantaggio sulla seconda, Camilla De Pieri (CICLI LUCCHINI.COM)e su Giulia Bertoni (PACAN BAGUTTI).

A partire dalle dieci, la gara della catgoria allievi primo anno.

Per quanto riguarda la categoria maschile è stato Toccoli Zaccaria (CARRARO TEAM) a dominare la competizione, seguito da Simone Avondetto (BRIKE BIKE) e Federico Giuffredi (PEDALE FIDENTINO).

Nelle donne l’atleta di casa Martina Zappa (VELO CLUB COURMAYEUR MONT BLANC) ha condotto una gara di recupero, staccando, nell’ultimo dei 3 giri, la giovane Aichner Kristin (ST.LORENZEN RAD) e Pola Ilaria del MELAVI FOCUS BIKE, andando così a vincere questa tappa finale.

Allievi secondo anno: Brancati Alberto (CAPRIVESI) e Riccardo Moro (PACAN BAGUTTI), rispettivamente secondo e terzo, nulla hanno potuto contro il biker dell’associazione scuola nazionale MTB OASI ZEGNA, Edoardo Xillo che con una brillante performace ha portato a casa la vittoria.

Tovo Marika (TORPADO VICTORIA BIKE), nonostante qualche problema tecnico al mezzo meccanico, vince nelle donne allieve secondo anno, seguita da Giorgia Stegagnolo (PACAN BAGUTTI) e Nadine Ellecosta (ST LORENZEN RAD).

Al termine di questa prova intensa le cerimonie di premiazione del campionato italiano di società:

La tappa odierna e la vittoria generale del circuito sono state conquistate dal TEAM UCLA1991 PACAN BAGUTTI A.S.D. con 1118 punti totali.

Nel primo pomeriggio si sono sfidati i ragazzi della categoria Junior maschile, seguiti poi dalle donne juonior e open.

Colombo Filippo (VELO CLUB MONTE TAMARO-BMC) su Francesco Bonetto (DEVINCI XC TEAM) e Folcarelli Antonio (DRAKE TEAM NWSPORT)chiude la gara in testa dopo un lungo testa a testa durato quattro giri molto tecnici.

La campionessa europea di casa, del Vélo club Courmayeur Mont Blanc, Martina Berta ha invece condotto una gara regolare e di controllo sulle sue avversarie Verrando Alessia (VALCAR PMB) e Greta Seiwald portacolori del FOCUS TEAM, vincendo con più di un minuto di vantaggio.

Per la categoria OPEN femminile dominio assoluto di Lisa Reibensteiner, campionessa italiana in carica e atleta del FOCUS XC ITALY TEAM che ha staccato di oltre due minuti le avversarie Teocchi Chiara (BIANCHI I.IDRO DRAIN) e Serena Calvetti (TEAM CORRATEC-KEIT).

Alle ore tre la partenza dell’ultima gara, la più ambita:

Open maschile. Sei giri da quattro chilometri e mezzo per loro, sotto un bel sole pomeridiano ai piedi del Monte Bianco.

La vittoria è andata a Gerhard Kerschbaumer (BIANCHI I.IDRO DRAIN) che ha spinto sull’accelleratore alla fine del quinto giro, staccando il compagno di squadra Gehbauer Alexander e Jhonnatan Botero (KTM-PROTEK-DAMA).

Si sono poi svolte le premiazioni dell’intero circuito degli Internazionali d’Italia: I vincitori per categoria a seguito:

Junior femminile: Martina Berta (VC. COURMAYEUR MONT BLANC)

Junior Maschile: Lo svizzero Colombo Filippo (VC. MONTE TAMARO)

Under femminile: Teocchi Chiara (BIANCHII.IDRO DRAIN )

Under maschile Gioele Bertolini (MERIDA ITALIA TEAM)

Donne Elite: Lisa Reibensteiner (FOCUS TEAM)

Elite maschile: Gehrard Kerschbaumer (BIANCHI I.IDRO DRAIN)

Una grande partecipazione in questi giorni da parte del pubblico e degli atleti alla manifestazione.

Un ringraziamento speciale va a tutte le persone, volontari, giudici, cronometristi, sponsor, atleti, amministrazione comunale e valdostana, proprietari dei terreni, che hanno permesso, grazie alla loro disponibilità ed efficienza, la buona riuscita di un evento così lungo e difficile da gestire.

Salutano così Rudi Garbolino e Claudio Cheraz, rispettivamente responsabile del percorso di Gara e Presidente del VC COURMAYEUR MONT BLANC:

“Sono stati tre giorni intensi e ricchi di Emozioni, tre giorni di sport e passione, speriamo di vederci l’anno prossimo con qualcosa di ancora più impegnativo ma allo stesso tempo divertente”.

podio elite m podio uner m



suscipit at Lorem commodo Sed amet, dolor. leo odio id, dictum