Martina Berta sfiora l’impresa agli Internazionali d’Italia a Courmayeur
18484
post-template-default,single,single-post,postid-18484,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.0.7,qode-theme-dpsb,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

Martina Berta sfiora l’impresa agli Internazionali d’Italia a Courmayeur

ASD Velo Club Courmayeur Mont Blanc, affiliato Federazione Ciclistica Italiana, Mountain Bike, MTB, Courmayeur, Aosta

Martina Berta sfiora l’impresa agli Internazionali d’Italia a Courmayeur

Giornata dedicata alle finali degli Internazionali d’Italia Series, questa mattina, a Courmayeur, impegnati gli Juniores e la categoria Open. Valdostani in bella evidenza nella conclusiva quinta tappa, con Martina Berta che cede soltanto al ritmo della campionessa d’Italia, Eva Lechner, ma è prima negli Under 23, podio che accoglie anche una brillante Eleonore Barmaverain. Al maschile, ottima terza posizione negli Under 23 di Alessandro Seravalle e 6° di Dominique Sitta. Negli Juniores Fabio Signorino è quarto; al femminile Katia Moro è 8°.

Nell’Open femminile, Martina Berta, tesserata per la francese Sh-Sr Suntour-Kmc, resta a contatto per lungo tempo con Eva Lechner, e cede metri soltanto negli ultimi due giri del percorso di 4 chilometri. Eva Lechner (Clif Pro Team; 1h 27’50”) va a chiudere in solitaria, a precedere di 1’09” Martina Berta (1h 28’59”; 1° Under 23) con terza Serena Calvetti (Team Damil; 1h 30’31”). Molto positiva anche la prestazione di Eleonore Barmaverain (Rdr Italia Factory; 1h 32’30”; 3° Under 23). In campo maschile, non sfugge la vittoria a Marco Aurelio Fontana (Bianchi 1h 24’18”) seguito, a 44”, da Mirko Tabacchi (Cs Carabinieri) e, a 54”, da Stéphane Tempier (Bianchi). In 13° posizione assoluta, 3° Under, Alessandro Seravalle (Silmax X-Bionic; 1h 31’04”) e, 21° e 6° U23, Dominique Sitta (Rdr Italia Factory; 1h 33’57”). Al 27° posto, 18° Elite, Michael Pesse (Silmax X-Bionic; 1h 36’49”); 38° Davie Pinato (Doceo Technosport; 17° Under); 49° Luca Cina (Rdr Italia Factory; 26° Under). Nella classifica finale generale femminile, Martina Berta è terza tra le Under.

Negli Juniores, gara spettacolare, ravvivata dalla grande rimonta del piemontese Simone Avondetto (Silmax X-Bionic) che va a imporsi con il crono di 1h 15’37”, a precedere Juri Zanotti (Monte Tamaro; a 29”) e Nicola Taffarel (Team Tamil; a 49”). In quarta posizione, a 2’44” dal vincitore, il castiglionese Fabio Signorino (Team LaPierre Trentino; 1h 18’21”); molto bene, 14°, Roberto Vassoney (Gs Lupi Valle d’Aosta; 1h 23’08”) e, 22°, Simone Masoni (Gs Lupi; 1h 25’03”); 32° Federico Stabbio (Rdr Italia Factory; 1h 29’00”); 62° Gioele Bravo (Pila Bike Planet); 72° Luca Pieller (Rdr Italia Factory). Al femminile, netto il successo di Marika Tovo (Rudy Project; 1h 10’25”), davanti a Giada Pecia (a 4’33”) e a Francesca Baroni (a 5’21”). All’8° posto Katia Moro (Pila Bike Planet; 1h 20’23”); 20° Agnese Balbis (Cicli Lucchini).



luctus ut accumsan id facilisis nunc ante. diam Nullam