I NOSTRI ATLETI SI MISURANO COI BIG A COURMAYEUR
18244
post-template-default,single,single-post,postid-18244,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-18.0.7,qode-theme-dpsb,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive
 

I NOSTRI ATLETI SI MISURANO COI BIG A COURMAYEUR

ASD Velo Club Courmayeur Mont Blanc, affiliato Federazione Ciclistica Italiana, Mountain Bike, MTB, Courmayeur, Aosta

I NOSTRI ATLETI SI MISURANO COI BIG A COURMAYEUR

COURMAYEUR DA OSCAR

Un sabato e una domenica indimenticabili, atleti e volontari perfetti!

 
Lo scorso weekend, 11 e 12 giugno, sono stati due giorni molto impegnativi per i nostri colori. Sia a livello agonistico, con i nostri ragazzi impegnati in entrambi i giorni, che a livello organizzativo perché un campionato italiano assoluto di Cross Country non si organizza da solo. Insomma, uno sforzo davvero importante per una società piccola ma fatta di tanta gente che ogni anno risponde sempre “presente”.
Ritornando ai nostri atleti, la prima al via è stata Evi Garbolino, che ha preso il via alle 13 di sabato. Partita con l’obbiettivo di concludere la sua gara sul podio, si è dovuta arrendere a metà del primo giro per un guasto meccanico allo sterzo della sua Merida. Peccato perché preparava questa gara dall’inizio della stagione, ma noi amiamo questo sport perché è sempre imprevedibile.
Successivamente hanno corso i nostri G nella staffetta organizzata dal Coni. Gara un po’ particolare, comprendeva due batterie in cui gareggiavano quattro staffette. Il programma prevedeva la sfida tra le staffette di ciascuna batteria, e infine le prime due classificate di ogni batteria si sfidavano in una finale a 4 squadre. I nostri ragazzi al via erano Didier (G6), Valentino (G4), Elisa (G6) e Mael (G6) che componevano la squadra del Velo Club, e poi Emilie (G4) che faceva parte di una staffetta mista con ragazzini di altri Velo Club.
Nella prima semifinale era presente la nostra squadra. Una grande partenza di Didier ci ha permesso di cambiare la prima frazione in testa con 5 secondi di vantaggio sulla seconda squadra dei Lupi V.D.A. Successivamente è partito Valentino, che correndo con ragazzi più grandi, ha perso qualcosina ma le l’è cavata alla grande a ci ha mantenuti vicini alla testa della corsa. In seguito una grande Elisa ci ha permesso di riportarci a 5 secondi dai primi, e in ultima frazione Mael ha avuto vita facile chiudendo la staffetta in prima posizione della nostra batteria con ampio margine sul seconda staffetta.
I 4 staffettisti si sono poi riposati guardando gareggiare le squadre della seconda betteria. Al via anche la nostra Emilie, che se l’è cavata alla grande. Purtroppo la sua squadra non è riuscita a qualificarsi per la finale, ma ha comunque potuto disputare la finalina per il 5° posto.
A questo punto era arrivata l’ora della tanto attesa finale. Il premio per la squadra vincitrice era di poter partecipare alla finale nazionale in Sardegna. Al via la squadra 1 dei Lupi V.D.A, la squadra 2 dei Lupi V.D.A, la nostra squadra del Velo Club Courmayeur e una squadra mista di ragazzini del Pila Bike Planet e del Cicli Lucchini.
Al via purtroppo al nostro primo frazionista Didier è scappato il pedale cosa che lo ha obbligato a fare una frazione di rimonta e a concludere la sua frazione in 4a posizione molto vicino agli altri 3 frazionisti. In seconda frazione è partito Valentino che ha dato tutto se stesso cercando di limitare il distacco dai ragazzini più grandi di lui. In terza frazione Elisa ci ha permesso di avvicinarci un pelino al 3° posto, e in ultima frazione Mael ha sfiorato il terzo posto con un ultimo giro da cuore in gola. Alla fine i nostri piccoli atleti hanno chiuso al 4° posto. L’importante è che abbiano dato il loro massimo e che soprattutto si siano divertiti, e a giudicare dai loro sorrisi, mi è sembrato di si. Forse bisognerebbe fare più staffette tra i giovani, ma anche tra i grandi, perché in uno sport come la MTB, molto individuale, un po’ di sano lavoro di squadra fa più che bene.
Dopo aver raccontato la meravigliosa staffetta organizzata dal Coni, passiamo al giorno più importante di questo weekend, la domenica.
Si avevano aspettative altissime per una gara che negli anni non ha mai deluso, e Courmayeur ha risposto alla grandissima.
Al via alle 9 del mattino la categoria Junior e a difendere i nostri colori c’erano Mathieu Vicquery e Xavier Donzel. Partendo dalle retrovie era impossibile immaginarsi una gara nelle posizioni di testa, ma comunque i due nostri ragazzi si sono impegnati al massimo superando continuamente avversari. Una caduta ha rallentato Mathieu, che però non si è arreso e ha continuato. Alla fine hanno chiuso rispettivamente in 83esima e 89esima posizione.
Finita la stupenda gara degli Junior che ha visto trionfare Matteo Cucchi davanti ad Antonio Folcarelli e Juri Zanotti, erano già pronti gli Under-23, con il nostro Dominique Sitta più grintoso che mai.
Partito in 8a posizione, ha tenuto quella posizione per due giri sui 5 previsti. Dopo di che ha cominciato a perdere qualche posizione fino ad arrivare 18esimo, complice anche l’altissimo livello presente nella sua categoria. Alla fine dell’ultima tornata, ha rimontato due posizioni chiudendo 16esimo la propria gara. Da primo anno Under-23, un 16esimo posto non possono vantarlo tutti perciò si può dire che ha disputato una grande gara e una grande stagione fino a qui. Nella sua categoria il successo è andato a Gioele Bertolini in una battaglia all’ultimo sangue con Nadir Colledani, terzo Denis Fumarola.
Sono terminati i nostri ragazzi al via, è stato un campionato italiano magnifico con tante emozioni regalateci da ogni singolo corridore al via. Organizzazione perfetta, percorso stupendo, e tanta voglia di far fatica da parte degli atleti ma anche di tutti i volontari che hanno aiutato.
Adesso un po’ di riposo, e di attesa: il prossimo anno Courmayeur torna di nuovo con tante sorprese. E per gli atleti: tranquilli, che il percorso sarà ancora più tosto!
Omar Garbolino


ut ut suscipit id, non neque. adipiscing